Adigemarathon

La maratona internazionale di canoa, kayak e rafting Adigemarathon brinda con la Coppa del Mondo. Migliore regalo non ci poteva essere per l’edizione 2011 della manifestazione sportiva in programma sul fiume Adige domenica 16 ottobre. L’Adigemarathon, organizzata dai Canoa club di Pescantina, Verona e Borghetto d’Avio, coordinati da Terradeiforti sport, e il fondamentale apporto dei Comuni di Dolcè e Pescantina e di 400 volontari, é inserita nel calendario della Coppa del Mondo di maratona classica unitamente alle altre nove prove previste in Argentina, Sud Africa, Olanda, Gran Bretagna, Spagna, Australia, Svezia, Repubblica Ceca e Francia. Un traguardo raggiunto in sette anni di crescita assoluta sia sotto il profilo agonistico – sull’Adige hanno gareggiato i migliori canoisti olimpici e fluviali del mondo – che amatoriale, coronamento di un 2010 da record. Prima in Europa per numero di canoisti in gara, l’Adigemarathon ha centrato nell’edizione 2010 il record degli agonisti iscritti, 500 in rappresentanza di 82 società provenienti da 10 nazioni, oltre ad altrettanti amatori in canoa e gommone scesi lungo il fiume dall’Isola di Dolcè, per una grande festa della canoa italiana. Uno sforzo collettivo premiato dalla commissione maratona dell’Icf, l’International canoe federation, che monitora l’Adigemarathon da diversi anni.

L’Adigemarathon e la sua organizzazione stanno già allestendo l’edizione iridata in programma domenica 16 ottobre sul collaudato percorso tra la spettacolare partenza dalla trentina Borghetto d’Avio ed il traguardo di Pescantina: 35 chilometri di adrenalina pura e duelli mozzafiato che terminano solo all’agognato arrivo veronese. Proprio per prepararsi al meglio all’appuntamento mondiale Canoa club Pescantina, Canoa club Verona e Terradeiforti sport, hanno organizzato un corso per la “certificazione” dei volontari tenutosi a Villa Bertoldi di Settimo di Pescantina da qualificati docenti della società “Qsa certification” di Genova. L’iniziativa, prima in Italia, ha inteso valorizzare e qualificare l’essenziale ruolo dei volontari nell’organizzazione di un evento sportivo e qualificare ancor più l’Adigemarathon a livello nazionale e internazionale. Curato dai professori Giorgio Barone, titolare di “Qsa certification” di Genova, Giovanni Esposito docente di Gestione degli eventi sportivi al corso di laurea specialistica in Management delle imprese sportive dell’Università di Teramo e Marco Fanti della Scuola dello sport Coni Liguria, il corso di formazione ha trattato, tra l’altro, argomenti quali lo sport olimpico, paralimpico e italiano, la pianificazione e la gestione dei volontari, il rapporto con i media e le nuove tecnologie di comunicazione, la gestione delle relazioni con gli atleti, i dirigenti e gli spettatori, il cerimoniale sportivo, la sicurezza e gli eventi collaterali. Tutte materie che rientrano nei dieci settori in cui è suddivisa l’Adigemarathon che ora, dopo questo corso, può contare su un’impronta ancora più scientifica per una già collaudata organizzazione, che ha fin da subito ha puntato sulla professionalità e competenza di chi si occupa della gestione dei volontari, che sono il vero, prezioso motore di tutte le manifestazioni sportive». L’ Adigemarathon, in calendario domenica 16 ottobre, sarà inaugurata lunedì 23 maggio alle 21 al teatro di Pescantina dove lo scalatore altoatesino Adam Holztnecht presenterà la sua recente conquista del Cerro Torre e del Fitz Roy nella Patagonia argentina e i campioni di canoa Francesco Salvato ed Enrico Lazzarotto presenteranno la «Via dell’acqua»: un’impresa che in settembre li porterà sulla cima del monte Bianco, lungo il Po in canoa fino a Venezia e da qui a Torino in bicicletta. E sul monte Bianco i due canoisti alzeranno al cielo l’aquilone dell’Adigemarathon appositamente realizzato da Bruno Pegorini dell’Anemos kite team Verona, che già ha fatto volare alla maratona l’aquilone delle Nazioni Unite contro le povertà nel mondo.

Per maggiori informazioni: +39 045 7290230

DanskNederlandsEnglishFrançaisDeutschItalianoРусскийEspañol